A little less conversation, a little more action please!

8 dicembre 2012 - 27 gennaio 2013

Francky Criquet, nato il 19 settembre 1968, a La Flèche, dipartimento de La Sarthe, Francia, Francky Criquet proviene da una famiglia di antiquari e sin dalla primissima infanzia s’interessa alla pittura e al disegno.
Il primo riconoscimento del suo talento artistico arriva all’età di 8 anni quando vince il primo premio in un concorso per giovani pittori organizzato dal municipio di Le Mans. Negli anni seguenti, parecchi suoi dipinti vennero esposti presso la Town Hall della sua città natale ed eseguì diversi interventi “murali” nelle scuole da lui frequentate. Il periodo scolastico fu caratterizzato da una grande curiosità e voglia di apprendere che contribuirono a formare la sua attuale profonda cultura.
Raggiunta la maggiore età lasciò la sua città natale e si spostò a Nantes dove lavorò come restauratore di dipinti per importanti antiquari e musei di carattere nazionale. In questo periodo si dedicò anche molto alla propria crescita artistica, (pittura, scultura) esponendo a Nantes, Angers e Parigi. Il tempo libero lo dedica alla sperimentazione di altre forme d’arte: poesia, teatro e scrisse racconti.
All’inizio del 1995 lasciò la Francia per l’Andalusia, Spagna, dove conobbe diversi famosi artisti; in particolare collaborò per un anno con Julio Fernandez Ceballos realizzando dipinti ad olio, acrilico ed incisioni.
Successivamente si spostò in Inghilterra dove si dedicò al figurativo, con modelli dal vivo; fu un periodo particolarmente prolifico durante il quale dipinse 300 opere, molte delle quali furono vendute negli Stati Uniti.
Alla fine del 1996 tornò in Francia dove si dedicò ad un progetto completamente diverso: il restauro, durato 3 anni, di un sito “troglodita”, nel distretto del Maine e della Loira, composto da caverne, dove stabilì il suo futuro studio (600 mq di superficie sovrastati da una cupola di vetro alta 10 mt). Quindi ricominciò a dedicarsi completamente alla sua arte e fu contattato per esporre in mostre sia in Francia (Parigi, Lione, Marsiglia) che all’estero.
Nel 2003 espose in Brasile (mostra permanente presso l’ambasciata di Francia a San Paolo), in Olanda (dove è presente in esposizione permanente a Meghen), e in Italia, paese dove esporrà a più riprese. Il 2004 segna il suo arrivo ufficiale nel mercato americano, in particolare New York e Miami, dove è presente anche in esposizioni permanenti. Nel 2005 espone a Pechino, Shanghai e Hangzhou. Nel 2008, espone al Contemporary Art Museum – Dubai.
Conosciuto e apprezzato in Europa, particolarmente in Francia, dove un gran numero di collezionisti e mecenati di altissimo livello acquisiscono, ormai da anni, le sue opere. Nel 2011 approda in Italia con grande consenso da parte della critica, entrando in collezioni pubbliche e private. Scuderie Aldobrandini – Frascati (Roma), Museo San Francesco - Montefalco (PG), Museo Santa Giulia (Brescia), Performance – Assisi (Perugia).
Nel 2012 espone al Museo Ca’Zenobio di Venezia, si esibisce in performance live a Milano in occasione del Aston Martin’s Show e a Parigi all’Opera Bastille, in occasione di una sua esposizione. È regolarmente presentato in fiere internazionali dedicate all’arte contemporanea (Shanghai Art Fair, Contemporary Art Ruhr, ecc…). Francky Criquet è inoltre stato scelto come artista immagine per la manifestazione «Filosofia di Vita» a Padova nei mesi di febbrario e marzo 2013.

Paolo Ceribelli, nato nel 1978 vive e lavora a Milano. Il suo percoso artistico inizia con una serie di lavori focalizzati sui gesti comuni; sperimenta successivamente diverse tecniche pittoriche sino ad arrivare al collage di soldatini di plastica. Il suo lavoro è plastico, tridimensionale, e si presta ad essere apprezzato non solo frontalmente ma da differenti angolazioni. L’ossessione dell’artista per i il posizionamento dei soldatini in ranghi, cerchi e spirali ha valenza sia spaziale che concettuale, il soldatino soggetto indiscusso del lavoro di Ceribelli ci ricorda gli infiniti giochi dei bambini e allo stesso tempo la guerra per gli adulti.
His artistic journey starts with a series of works which are focused on the stylization of common everyday gestures; he then experiments with different techniques and later he devotes himself to collage toy soldiers. His works are plastic, three-dimensional, and they transcend the bounds of classical frontal appreciation to become tested and evaluated from more points of view. The artist’s obsession for the perfect positioning of his toy soldiers in ranks, circles and spirals is both spatial and conceptual, being the toy soldier the absolute subject of Ceribelli’s vision: memory of a never ending child game and unambiguous symbol of war for adults.

RECENT SOLO EXHIBITIONS

2012
Paolo Ceribelli, Monaco Asset Managemant, Principato di Monaco curated by Karin Torriani.

2011
Soldiers, In-Store, Bruxelles, curated by William Hoek and Frédérique Pauporté.

2010
Toy soldiers ERA, Galleria Glauco Cavaciuti, Milano, curated by Chiara Canali.

2009
Take me home, Galleria San Lorenzo, Milano, curated by Cristina Trivellin.

2006
Soldiers, Italiano home store, Los Angeles, Usa.

2003
Superm-art, Italiano home store, Los Angeles, Usa.

RECENT GROUP EXHIBITIONS:

2012
È vento green, Naeli Associazione Culturale, curated by Francesco Vitali - Lea Contestabile -Vittorio Piaggi, Milano.

LIVE ART, Arteingenua e Gruppo Saottini, curated by Anna Leopaldo, Brescia.

Face of Africa, Charity Auction, Bruxelles.

2011
Picks, Hq-Headquarter, curated by Mario Giusti, Milano.

012 Pro-etica ,Profetica,Po-etica,Stazione Porta Nuova, curated by Fortunato Damico and Chiara Canali, Torino.

La macchina dello stato, Museo Archivi di stato, curated by Enrica Melossi, Roma.

Group exhibition, Galleria Per-Capita, Bagni Pisa.

2010
The Skull, Galleria La Contemporanea , curated by Nicoletta Pecile, Torino.

The White Cellar, Ex Palazzo FIAT, Paratissima, curated by Chiara Canali, Torino.

Trilogy of red color, Galleria San Lorenzo, curated by Roberto Milani, Milano.

Una Mano per AIL, charity auction at Christie’s , Milano.

Collettiva D’arte Contemporanea, Galleria Spazio Solferino, Milano.

Pop/Comics/World, Galerie 208, curated by Paticia Chicheportiche, Paris.

Designer + Artiste, Galerie 208, curated by Paticia Chicheportiche, Paris.

2009
Group exhibition, Galleria Glauco Cavaciuti, Milano.

Breakfast at Arteingenua, Arteingenua,curated by Anna Leopardo, Brescia.